BASSO

Il corso è rivolto a chi è intenzionato ad avvicinarsi al basso per la prima volta ma anche a bassisti con esperienza che vogliano ampliare il loro ventaglio di possibilità sul basso.
Il corso prevede:

- Cenni base sullo strumento e la sua storia

- Nozioni base di teoria e armonia

- Tecniche base (impostazione mano destra e sinistra nel modo più corretto e senza tensioni)

- Esercizi per conseguire un buon timing 

- Repertorio (studio delle bass line più famose e che hanno cambiato la storia e il ruolo dello strumento)
- Analisi stilistica: in sinergia con i gusti musicali dell'allievo affronteremo vari modi di suonare il basso elettrico nei diversi generi musicali
- Tecniche avanzate (slap, tapping, muting, accordi e polifonia)
- Nozioni avanzate di teoria e armonia
- Improvvisazione: dalle improvvisazione su pedali (note fisse) fino a griglie armoniche più complesse come quelle del Jazz

I programmi saranno costruiti sulle necessità e i gusti di ogni singolo allievo e integrati con dispense fornite dal  docente.

MODALITÀ

Lezioni individuali a cadenza settimanale di 1 ora il martedì pomeriggio.

Vista ravvicinata delle corde del basso

IL CORSO

L'INSEGNANTE

37a3c825-86aa-4520-9749-c99e31309328.jpg

Luca Giachi inizia lo studio del Basso Elettrico nel 2009 presso l'Accademia Lizard di Fiesole, sotto la guida del maestro Matteo Giannetti (Di Maggio Connection, Irene Grandi, Luca Gelli, etc). Nel 2011 affianca allo studio presso l'Accademia Lizard alcune lezioni private con il maestro Alessandro Corsi (La Vague, Capolinea, Balletto di Bronzo). Nel 2015 ha preso parte a Tuscia in Jazz, dove ha avuto l’occasione di studiare sotto la direzione di Kurt Rosenwinkel, Aaron Parks e Orlando Le Fleming. Nell’ottobre 2017 consegue il diploma presso Siena Jazz University con il massimo dei voti, presentando una tesi che indaga le analogie ritmiche fra il new Jazz di Tigran Hamasyan e il Djent Metal dei Meshuggah. Presso il SJU ha avuto l'onore di studiare e suonare con  grandi nomi del Jazz italiano come Dario Deidda, Tomaso Lama, Franco Fabbrini. Nel 2018 partecipa ai seminari organizzati dal Berkley College of Music a Perugia in occasione di Umbria Jazz.
Nel corso della propria formazione ha anche partecipato alle Masterclass di numerosi artisti di fama internazionale (Marcus Miller, Steve Bailey, Alfredo Golino, Guthrie Govan, ecc.)


Dal 2011 suona e compone nella band fiorentina A Free Mama, con cui ha suonato in Inghilterra, Slovenia e Francia, anche a fianco di nomi come Guano Apes, 99 Posse, ecc. Nel 2016 sono risultati vincitori del finanziamento regionale “Toscana 100 Band”.


Nel 2013 vince il premio miglior Bassista al contest nazionale “Dinamika Rock” e a partire da quell'anno collabora con la cantante Heidi Li di Hong Kong.
Con lei ha intrapreso nell'estate 2014 un tour a Malta e nel 2016 è uscito il primo album di Heidi “Third Cultural Kid”.
A ottobre 2018 ha preso parte al suo primo tour fuori dall'Europa. Con Heidi Li suona in Cina (Bejing, Guang Zhou, Hong Kong, ecc.). Presso il Conservatorio del Sichuan ha tenuto una Masterclass riguardo al suo lavoro di tesi.

Nel 2016 con Federico Gaspari e Tancredi LoCigno fonda il trio fusion One Month, progetto che oltre a composizioni originali riarrangia successi internazionali in chiave jazz/rock.

Nel 2017 collabora con Gregorio Mucci nell'ambito del Campus della Musica, ideato da Claudio Fabi, e ha preso parte al tour del Campus in varie città italiane.

Da giugno 2017 fa parte del collettivo jazz/funk Streettino Jazz Band, con cui animano le piazze fiorentine collaborando con il comune di Firenze; ad aprile 2017 hanno preso parte come band ufficiale alla Fiera dell'Artigianato di Firenze.

Da Novembre 2017 entra a far parte del trio brasilian jazz di Marcinho Pereira (Ney Concenciao, Hamleto Stamato, Marcos e Belutti), con cui oltre a vari concerti in Toscana, hanno preso parte a un tour di 8 date in Sardegna nell'estate 2018 e nel Luglio 2019 all'Art Festival di Recanati suonando con l'Orchestra Sinfonica brasiliana di Pato Branco.

Da dicembre 2017 compone, arrangia e suona il basso Fretless per il quartetto Modern Jazz Quiet Quartet.
 

Da settembre 2018 diventa endorser di pedali per Dophix Sounds, con cui ha preso parte nel 2019 e nel 2020 al Namm Show di Los Angeles, la più importante fiera musicale al mondo.

Da giugno 2019 entra in pianta stabile nel progetto Fantasia Pura Italiana con cui intraprende il tour estivo con date in tutta Italia.

Nel dicembre 2019 prende parte al tour Sud Americano del trio “Collegamento” insieme a Marcinho Pereira e Diego Guerro, con concerti in Brasile e Argentina.